Videogames

Opinione personale su Call Duty WW2

WW2 ricrea l’atmosfera del grande film di guerra

Gli sviluppatori di Sledgehammer Games hanno deciso di fare un salto nel passato, raccontando gli anni più cruenti e sanguinari che la storia dell’umanità ricordi, quelli ricompresi tra il 1939 ed il 1945.
In questo lasso di tempo l’Europa fu palcoscenico della Seconda Guerra Mondiale e dei suoi impressionanti scontri di cui una miriade di libri, film ed altri giochi prima di Call of Duty hanno cercato di narrare. Si tratta di un argomento difficile da trattare perchè su di esso sono già stati scritti fiumi di inchiostro ed impressionate miriadi di pellicole: la scelta che si imponeva a Sledgehammer era quella di raccontare il conflitto in modo inedito, oppure riportare nel gioco momenti crudi e violenti passati alla storia su cui era già stato scritto, provando a rappresentarli al meglio. Si è optato per le seconda soluzione, quella meno rischiosa : viene messa in scena una storia patriottica che parla delle gesta eroiche dei soldati alleati insigniti del ruolo di salvatori dell’Europa oppressa dalla Germania nazista. Le scene spettacolari ed insieme brutali riprodotte, che ci faranno stare col cuore in gola, hanno una forte connotazione cinematografica ed evocano da vicino l’atmosfera drammatica già respirata in Salvate il Soldato Ryan.

MODALITA’ CAMPAGNA: ritorno alle origini

Call Duty WW2 esordisce con la modalità Campagna scegliendo come momento iniziale uno dei più indimenticabili nella storia di tutti i tempi: lo sbarco in Normandia della prima divisione di fanteria degli USA, dove il giocatore impersonerà il soldato Ronad “Red” Daniels, impegnato nella sua prima missione, il quale, insieme ai suoi compagni, lotterà contro il fronte nazista, pronto a mettere a repentaglio la sua vita per inseguire i suoi ideali.
Si passa dalle navi dove sono stipati i soldati, pieni di tensione e di paura, per il sibilo dei proietti che rimbalzano sul metallo delle imbarcazioni; allo sbarco vero e proprio, dove i nostri commilitoni inizieranno a cadere sotto il fuoco nemico con il mare che si tinge di scarlatto.
Con i compagni che non sono stati decimati ci si avvicina ad un bunker dove si cerca di trovare riparo.
Dalle spiagge della Normandia si arriva nel cuore pulsante della Germania nazista attraverso un percorso di avventura e sangue che si dipana tra pericoli, complicazioni ed ostacoli: l’adrenalina è sempre a mille, la tensione emotiva alle stelle perchè la regia incalzante e serrata non concede un attimo di sosta; è tutto un susseguirsi di scontri a fuoco, inseguimenti, combattimenti aerei, bombardamenti ed esplosioni esaltati da un’audio e da una grafica curati ai massimi livelli che aiutano a tenere desta, ai massimi livelli, l’attenzione del giocatore.
La campagna di WWII presenta due novità di struttura del gameplay: la vita che non si rigenera più automaticamente e le skills dei compagni. Si tratta di due aspetti strettamente collegati tra di loro perchè l’abilità ed il supporto dei nostri alleati ci permetterà di rinforzare la barra della vita . Se si vuole portare casa la pelle sono assolutamente sconsigliate le azioni individuali a testa bassa; occorre rimanere col proprio plotone e avanzando compatti uccidere quanti più nemici possibile; la rigenerazione automatica è rimossa a favore di un sistema di speciali medikit che rinforzano la salute del giocatore e si possono ottenere ricercandoli tra le mappe del gioco o, nei casi limite di necessità, richiedendoli ai propri compagni.
Tra le varie azioni che si possono porre in essere, vi è l’opzione di richiesta di munizioni e granate e addirittura di bombardamenti di una determinata zona, la possibilità utilizzare un binocolo per localizzare gli avversari, di ricaricare tutte le nostre armi, chiamare un attacco a mortaio, paracadutisti, aerei spia e molto altro ancora.

MULTIPLAYER nella nuova modalità Guerra: il fiore all’occhiello di Call Duty WW2

I soldati, a seconda del livello raggiunto dal giocatore, sono suddivisi in Divisions con caratteristiche e ricompense uniche strettamente connesse all’arma assegnata. Gli appartenenti alla Fanteria avranno di equipaggiamento una baionetta montata sul proprio fucile mentre i corazzieri avranno a disposizione un supporto per la mitragliatrice. Col tempo, quando diventeremo giocatori più esperti, potremo apportare modifiche alla nostra arma con caricatori extra, velocità di sprint aumentata silenziatori ecc.
Se non riusciamo ad entrare subito in confidenza con queste novità possiamo rivolgerci al Quartier Generale, raggiungibile col tasto (options/start).
Su questa piattaforma social incontreremo altri giocatori, visitare alcuni NPC grazie ai quali potremmo visionare nuovi ordini e contratti ( ossia missioni da concludere in un tempo determinato al termine delle quali otterremo come ricompensa rifornimenti, impratichirci con le nuove modalità di uccisione e sfidare in battaglia un altro soldato in uno scontro corpo a corpo.

MODALITA’ NAZI ZOMBIE: la piccola riv)oluzione dai connotati horror

Il giocatore si ritroverà sperso in un piccolo villaggio tedesco dove in un’atmosfera terrificante dovrà affrontare mostri di ogni tipo. Trattasi di una nuova armata di non morti concepita e creata dal Terzo Reich come ultimo disperato tentativo di rovesciare l’ esito della guerra che si preannuncia sfavorevole.
In questo paesaggio bavarese da incubo il giocatore intraprende un misterioso viaggio per recuperare opere d’arte inestimabili trafugate dai nazisti durante ilo conflitto. Ma questi tesori sono sorvegliati da mostri che hanno la chiave della segreta dove sono custoditi e che sbucheranno da ogni parte ponendo in essere orrori indicibili e mettendo il giocatore in uno stato di allerta perenne.

Tags

Recensioni e Opinioni

Benvenuti su Opinione Personale. Il nostro è un sito di opinioni e recensioni che consente a tutti i littori di trovare i migliori prodotti da acquistare online al miglior prezzo.
Close