Recensioni Cellulari e smartphone

Opinione personale su Huawei P20 Pro

Spasmodica era l’attesa per il debutto della serie P 20 della Huawei e, poche storie, si trattava di un’attesa ben riposta.
In rete fioccano i voti con lode da parte dei siti specializzati,  con lo stesso Tomshw a elogiare la crescita dell’azienda cinese, in Italia giunta ad avere un telefono su 5 e che non nasconde più i propositi di puntare ai volumi di Samsung e Apple, ambizioni neppure campate in aria, osservando il trend degli ultimi mesi.
E ora questa presentazione, con un device in grado di “sparigliare” gli equilibri nella fascia alta.
Sintetizzandola come un vecchio giocatore di Briscola, il colosso made in China gioca il “carico” e presenta un modello destinato a vendere parecchio. Per dirla in breve, il P20 Pro è davvero tanta roba.

Huawei P20 e P2o Pro

All’uscita del P10 in molti avevano storto leggermente la bocca. Si trattava, infatti, di un discreto modello, ma senza particolari acuti, affetto da un certo conservatorismo di fondo, un design migliorabile e qualche problema di troppo.
In questo caso, parlando del P20 Pro, scordatevi tutto ciò.
Ci troviamo davanti ad un prodotto, con tutta probabilità, candidato ad aspirare alla palma del miglior device dell’anno. I motivi? Più di uno. Vediamoli assieme

 

Design e schermo

Sin dal primo sguardo, il nuovo modello piace di più.
Merito, da un lato, di una tecnica costruttiva migliore con il colosso asiatico che preferisce l’eleganza del vetro, utilizzato davanti e dietro in luogo dell’alluminio anodizzato dei modelli precedenti.
E se non bastassei un utilizzo sapiente del vetro, nella parte posteriore, sagomato in maniera leggermente ondulata, al fine di migliorarne l’ergonomia. Leggere curvature che non impediscono al retro dello stesso di alloggiare, precedute dal logo in bella vista di un gigante della fotografia quale Leica, di tripla fotocamera e il LED flash a doppio tono.
Nella sottile cornice inferiore poi ecco il sensore di impronte, che si segnala per velocità di risposta e precisione.
Continuando nell’esplorazione dell’aspetto del P20 Pro, nella cornice cromata di destra trovano spazio il tasto di accensione e il bilanciere del volume, mentre sul lato opposto ecco il vano per la doppia SIM.
Scorrendo in verticale, in alto è presente il secondo microfono, fondamentale per l’eliminazione dei rumori di sottofondo e il blaster ad infrarossi. Sotto, invece, il connettore USB-C, connessione via cavo salvifica, vista l’assenza di un jack.
I maggiori cambiamenti, però, riguardono il frontale, ora con un rapporto di forma 18:9, cornice inferiore, di cui sopra e un notch. Si tratta di un elemento non straordinariamente originale, ma oscurabile tramite software, con la barra di stato che diviene totalmente nera.
Non scontati poi la resistenza all’acqua e alla polvere IP67. Disponibile in tre colorazioni: Black, Midnight Blue e Twilight.

Fa strofinare gli occhi lo schermo, di livello migliore rispetto allo stesso Mate 10 Pro . Ben 6.1 pollici OLED con una risoluzione da paura, che arriva al FullHD+.
Luminosità ai massimi livelli, di tutto rispetto contrasto e qualità di visione degli angoli, con definizione dei colori ottima e personalizzabili a piacere.
Insomma un display da 10 e lode, in grado di garantire una esperienza di visione al top.

Hardware e connettività

Comparto hardware mutuato quasi integralmente  da quanto visto sul Mate 10 Pro. Nel dettaglio nel P 20 Pro batte un cuore mosso  dal  processore HiSilicon Kirin 970,  uno dei migliori sul mercatoadeguatamente supportato  da 6 GB di RAM e 128 Gb di memoria interna.
Inoltre da segnalare la presenza di un NPU (Neural Process Unit), tale da aprire interessanti prospettive in tema di intelligenza artificiale.
Dai test presenti in rete non emergono, neppure lato gaming, particolari rallentamenti, con la visibilità che appare sempre fluida, e neppure surriscaldamenti.
Sul versante sblocco non solo il riconoscimento impronte, ma anche un sensore per il riconoscimento del volto, non meno affidabile e, udite udite, efficace anche in presenza di luminosità pressochè nulla.
Non ci convince del tutto, invece, l’aspetto connettività con la mancanza, già citata, del connettore jack e soprattutto del Bluetooth 5.0, costringendo all’utilizzo soltanto di cuffie USB-C o Bluetooth, a meno che non si utilizzi l’adattatore incluso nel bundle di acquisto.
Non manca, al contrario, il WiFi dual band, l’LTE a 1200 Mbps,  e l’NFC.
Peccato, infine, per l’assenza di una ricarica wireless che il retro in vetro del P20 Pro avrebbe permesso senza problemi.

Audio

Pur non  essendo ancora  al top di categoria, ottimo il lavoro compiuto sotto questo profilo, con prestazioni ben più performanti di quelle delP10.
Innanzitutto da segnalare il doppio speaker (il secondo è inserito nella capsula auricolare), con una resa migliore rispetto al P10 sia in termini di qualità che potenza.
Da segnalare anchela presenza P20 Pro supporta il Dolby Atmos per un’equalizzazione ottimale e personalizzabile dalle impostazioni.

Fotocamera

Ed eccoci alla fotocamera e boom! Siamo davanti alla migliore proposta oggi acquistabile sul mercato: non due fotocamere, ma ben 3 lenti dietro ed una frontale. Per comprendere come parliamo del top, basti pensare che quest’ultima, l’elemento meno sorprendente del pacchetto, recita 24 megapixels, con una definizione (seppure talvolta penalizzata dalla modalità bellezza che si attiva autonomamente) quasi eccessiva per un selfie.
Quanto alle fotocamere posteriori parliamo nel dettaglio di Leica Vario-Summilux da 40 Mpx RGB f.1.8 + 20 Mpx monochrome f1.6 + 8 Mpx RGB f2.4, il tutto supportato da Hybrid Zoom da 5X, ideale per zoom anche a distanza ragguardevoli.
Le foto sono più che all’altezza, anche se saturazione e contrasto porebbero essere migliorabili, grazie anche e soprattuttto ad un’intelligenza artificiale, di gran lunga superiore a quello del Mate 10 Pro e che al semplice riconoscimento della scena, ora addirittura arriva ad azionare la modalità migliore.
E questo coincide con l’ottenimento, in modalità automatica, di scatti in grado di soddisfare anche il più esigente degli utenti. E se non bastasse, ecco la  modalità Notte che – grazie alla IA già citata e all’utilizzo sapiente della stabilizzazione – consente di illuminare la scena alla perfezione.
Giudizio meno lusinghiero, al contrario, per gli effetti di illuminazione, in stile iPhone, non sempre precisi.
Cinque stelle, invece, ai video con una risoluzione che arriva fino al 4K a 30 fps e non manca neppure la funzione Super Slow Motion a 960 fps , gestibile però  solo in 720p.

Software

Simile al Mate10 Pro, ma con un paio di miglioramenti e aggiornamenti la  nuova EMUI 8.1, versione che permette, ad esempio, di attivare la tendina dei toggle e le notifiche direttamente dalla schermata di blocco. Inoltre design leggermente ridisegnato per icone, mentre invariato rispetto al Mate 10 Pro, la funzione desktop, che, grazie ad un semplice cavo USB-C/HDMI, vi consentirà di utilizzare il vostro cellulare alla stregua di un  computer desktop.
Quanto alla versione Android Oreo, si passa dalla 8.0 alla 8.1, con evidenti migliori lato integrazioni con Google Assistant e la presenza dell’ app Messaggi di Google. 

Batteria

Nonostante il corpo snello del Mate 20 Pro, troviamo una  batteria da 4.000 mah (con tecnologia di ricarica veloce SuperCharge), con la quale arrivare a fine giornata tranquillamente, addirittura, in caso di utilizzo limitato,  anche bastando per quello sucessivo.
Non mancano poi le  modalità di risparmio energetico (con intensità e modalità differenti) che permettono di ottimizzare ancor più l’autonomia di questo top di gamma.
La presenza di un display OLED. consente l’utilizzo di una  modalità scura, ottenendo  risparmi davvero importanti.

Giudizio finale

Probabilmente esiste chi spenderebbe 900 euro( il listino attuale riporta 899, anche se è prevedibile che il prezzo sia destinato a ridimensionarsi) solo per un iPhone o un Samsung. Se, però, non ne fate una questione di marca, parliamo di una cifra importante, però, ben spesa, per un device che vi garantirà prestazioni di assoluto livello, garantendovi anche una longevità importante.

Tags

Recensioni e Opinioni

Benvenuti su Opinione Personale. Il nostro è un sito di opinioni e recensioni che consente a tutti i littori di trovare i migliori prodotti da acquistare online al miglior prezzo.
Close