Auto

Opinione personale su Volkswagen T-Roc

Non sembra aver fine la richiesta di cross-over da parte di un mercato che, dopo berline e station wagon, sembra aver trovato un nuovo punto di riferimento, in grado di soddisfare le esigenze di un target sempre più trasversale.
Ovviamente impossibile che un colosso come Volkswagen non decidesse di continuare ad investire in un segmento che guadagna costantemente quote di mercato. E la risposta eccola, si chiama T-Roc

Ecco la nuova T-Roc Il primo crossover compatto della Volkswagen

A Wolfsburg l’intenzione sembra davvero di colmare un gap che vede la casa tedesca non attestarsi sui livelli di vendita dei maggiori competitors. Ed è per questo che, ad un prezzo assolutamente competitivo ( la versione base non raggiunge i 22.000 euro), Volkswagen si appresta a sfidare il mercato delle sport utility indicate come B-suv (ossia i modelli al di sotto dei 4,25 metri) con un suv in grado di dare filo da torcere a molti, Fiat 500x tra i tanti, anche a costo di vendere qualche esemplare in meno di Golf.
Il ritardo con cui arriva sul mercato il marchio tedesco sembra essere colmato da un modello che appare davvero ben realizzato e con un’accessoristica di serie di prim’ordine.

Gli interni

Ciò che stupisce di più di questo nuovo modello sono gli interni. Questi infatti sono incredibilmente capienti: il portabagli possiede una capienza dichiarata di 445 litri, che aumentano in maniera esagerata se si abbassano i sediolini; in questa situazione è possibile far entrare nell’auto oggetti lunghi circa 2 metri e 30 senza alcun problema o sforzo.
Per quanto riguarda le sedute, invece, queste si presentano  più larghe e in generale, anche lo spazio dove porre le gambe è aumentato. Questo vale sia per le persone che si trovano davanti che quelle che si trovano dietro.

Il cruscotto

Altra novità importante è il cruscotto del guidatore, qui troviamo infatti un doppio schermo, uno alla destra del guidatore, adatto al collegamento del cellulare, sfruttando le moderne tecnologie, come il bluetooth, l’Applle CarPlay e Android Auto, e quello dietro lo sterzo. Quest’ultimo infatti risulta estremamente comodo, in quando il guidatore deve semplicemente abbassare lo sguardo per poter osservare la strada corretta mostrata dal navigatore. Qui infatti la Volkswagen ha speso un’ulteriore punto a favore della sicurezza limitando drasticamente la possibilità di distrazione.

Le versioni

Come detto in precedenza l’auto parte da listino da un prezzo di 22’000 euro a salire. Questo infatti corrisponde al modello base, con motore 1.0 TSI a benzina, 3 cilindri, 115 cv, abbinato a un cambio manuale a 6 marce. Abbiamo il modello Style e quello Advanced in cui vengono aggiunti svariati optional, come i cerchioni, le tecnologie di guida automatica e i fari full Led

Tags

Recensioni e Opinioni

Benvenuti su Opinione Personale. Il nostro è un sito di opinioni e recensioni che consente a tutti i littori di trovare i migliori prodotti da acquistare online al miglior prezzo.
Close