Salute

Prevenire l’Ictus (malattia)

E’ causato nell’80 per cento dei casi da un’ischemia e dal 20 per cento dei casi da un’emorragia. L’ictus, dal latino “colpo”, chiamato anche “accidente vascolare” causa un elevato rischio di disabilità e di morte, deve essere prontamente diagnosticato e curato. E’ l’occlusione di un vaso causato da una trombosi o da un’embolia.Il venti per cento degli ictus è costituito da recidiva; è la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie , le fasce più a rischio sono gli ultra settantacinquenni, gli uomini sono leggermete più colpiti delle donne. Le cause dell’ictus più comune, ossia dell’ictus ischemico, possono essere tre:
-artereosclerosi. Provocata da eccesso di peso, fumo ed eccesso di colesterolo nel sangue. I grassi circolanti nel sangue si depositano all’interno delle pareti arteriose, questo provoca un peggioramento della circolazione sanguigna.Questo fenomeno innesca un continuo deposito di grasso nel sangue, e quando la chiusura dell’arteria è cervicale, viene provocato l’ictus.
Trombosi: avviene in caso di rottura di un vaso sanguigno, si forma il trombo, una specie di tappo costituito dalle sostanze che si formano nel sangue. Il coagulo di sangue a questo punto si ingrossa fino ad occludere completamente un vaso arterioso.
Embolia: provocata da malattie del cuore, si ha quando un frammento del coagulo si stacca dalla sua sede; è provocata spesso dalla fibrillazione arteriale, una malattia delle aorte..
Visto che l’ictus, che in Italia colpisce circa 730.000 persone, è diffusa soprattutto nelle persone anziane, con l’aumento della vita media sicuramente nei prossimi ci saranno sempre più casi. Se è la terza causa di morte, è la prima che provoca invalidità permanenti.
Purtroppo una persona che ha avuto un ictus ha grandi probabilità di averne un altro. Colpisce molto i paesi industrializzati, e le cattive abitudini, come vita sedentaria, fumo ed eccesso di peso, aumentano l’epidemiologia di questa malattia. Una vita attiva, oltre a migliorare l’umore e aiutare a tenersi in forma, sarebbe molto utile non dico per prevenire, ma almeno per provare a prevenire la malattia. Vero è che ho visto colpite da ictus persone in forma,che non avevano mai fumato ed erano sportive, ma la maggiore parte oltre i 65 anni. Comunque, il fumo di sigaretta, secondo studi statistici, aumenta la probabilità di contrarre ictus di almeno due volte. Inoltre, maggiore è il numero delle sigarette, maggiori sono le probabilità di incorrere in ictus: con 14 sigarette si ha possibilità di incorrere nella malattia 3 volte di più rispetto ad un fumatore, con 25 sigarette le probabilità aumentano a sei. L’unica buona notizia è che chi smette di fumare, dopo 5 anni le sue probabilità di contrarre ictus sono pari a quelle di una persona che non ha mai fumato. . Quindi, poichè questa è una malattia che colpisce prevalentemente i paesi industrializzati e viziosi, teniamo da conto la salute: prevenire è possibile, curare purtroppo in questo caso non lo è .

Tags

Recensioni e Opinioni

Benvenuti su Opinione Personale. Il nostro è un sito di opinioni e recensioni che consente a tutti i littori di trovare i migliori prodotti da acquistare online al miglior prezzo.
Close