Recensioni Navigatori

Telepass Milano (tangenziale)

Ticket e telepass a Milano. Si pagherà per percorrere le tangenziali milanesi. Sia per limitare il traffico delle auto, e quindi lo smog, e gli incidenti, che per ricavare i fondi necessari all’estensione della linea metropolitana. E già si annunciano polemiche. Non solo per la nuova “tassa”. Aumenterà il traffico con le code ai caselli? <>, assicura la provincia, <>. Nonostante l’impopolarità della scelta, il presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, è sempre più orientato verso questa soluzione. I tagli del Governo agli enti locali sono sempre più netti. Le risorse scarseggiano per regioni, province e comuni, ai quali non rimane altro da fare che cercare nuove strade per fare cassa e finanziare le opere pubbliche necessarie. Nemmeno Milano viene risparmiata. Così allo studio della provincia c’è l’idea di istituire il pagamento del pedaggio sulle tangenziali. I tecnici sono al lavoro da quaklche mese per definire il progetto nei dettagli. Uno degli assist offerti dalla legislazione vigente alla provincia è quello della “tassa di scopo”: gli enti locali hanno cioè la possibilità di imporre un tributo finalizzato alla realizzazione di un intervento definito strategico. Il conto di Podestà è presto fatto. Quotidianamente nel capoluogo meneghino si riversano poco meno di 800 mila auto e quasi tutti usufruiscono delle tangenziali. L’obiettivo ora è quello di invitare gli automobilisti a lasciare l’auto nei parcheggi fuori dal centro abitato, per poi recarsi in città coi mezzi pubblici su ferro (tram e metro). E per smaltire le code e non intasare il traffico la soluzione è quella innovativa già attiva in Italia da un decina d’anni: quella del telepass, il sistema elettronico che consente di evitare la fila che carica sul conto il passaggio al casello. Podestà sa bene che nemmeno le file fluide potranno arginare il mare di polemiche e malumori che la scelta inevitabilmente comporterà. Tuttavia la Provincia è determinata ad andare avanti anche perché in caso contrario lo smog è destinato a crescere a dismisura, soprattutto nelle tratte più congestionate. E c’è già una tangenziale a pagamento: sarà quella Est dove il project-financing consente il cash flow all’impresa che realizza il progetto, cioè i ricavati del pedaggio finiranno nelle tasche dell’imprese che si è accollata i lavori dell’opera. Ma ci sono già i primi mal di pancia. Non solo dei semplici cittadini, ma anche delle Istituzioni. De Corato, vicesindaco di Milano con delega al traffico, non esprime particolare entusiasmo ma si dice disponibile a valutare l’opera con attenzione. Ricordando però che il Comune di Milano ha realizzato la linea del metro fino a Cologno monzese, senza tasse di scopo. La paura ora è quella di bissare quanto è accaduto a Roma: nella Capitale comune e provincia si sono schierati contro il tributo sul grande raccordo anulare.

Tags

Recensioni e Opinioni

Benvenuti su Opinione Personale. Il nostro è un sito di opinioni e recensioni che consente a tutti i littori di trovare i migliori prodotti da acquistare online al miglior prezzo.
Close